Stop al contante? Incentivi e “carta unica” per la lotta all’evasione

Stop al contante? Incentivi e “carta unica” per la lotta all’evasione

23 Settembre 2019 NEWS

Stop al contante. Il Governo insiste sulla tracciabilità dei pagamenti e lo fa con due mosse strategiche: destinare incentivi sia ad attività economiche e professionali che si doteranno di Pos e altri terminali per la moneta elettronica sia a chi effettua i pagamenti con un vero e proprio cashback sugli acquisti (uno sconto che avviene attraverso il rimborso del denaro già noto agli adepti dello shopping on line). Doppio sconto, quindi, per limitare l’utilizzo del contante in chiave antievasione fiscale e, di conseguenza, aumentare le entrate tributarie. Ma come arrivare anche a quelle fasce come gli anziani meno avvezze all’utilizzo di carte e bancomat?  Con una «carta unica». Una tessera che, anticipa il sottosegretario all’Economia, Alessio Villarosa, avrà «carta d’identità, tessera sanitaria, identità digitale e possibilità di attivare in conto di pagamento presso qualsiasi sportello bancario o postale». Stop al contante? Swg: il 58% è d’accordo.